Giudice Sportivo Regionale

Il Giudice Sportivo Regionale è nominato dal Consiglio Federale, su proposta del Comitato Regionale. Possono ricoprire l'incarico i soggetti in possesso di laurea in materie giuridiche o adeguata professionalità e comprovata esperienza maturata in ambiente sportivo. La durata dell'incarico è di quattro anni e il mandato non può essere rinnovato per più di due volte. Il Giudice Sportivo Regionale si pronuncia in prima istanza, senza udienza e con immediatezza su tutte le questioni connesse allo svolgimento delle gare e in particolare, sulla base del referto arbitrale, su quelle relative a:

  1. la regolarità delle gare e la omologazione dei relativi risultati;
  2. la regolarità dei campi o impianti e delle relative attrezzature;
  3. la regolarità dello status e della posizione di atleti, tecnici o altri partecipanti alla gara;
  4. decide sui reclami presentati al Giudice Arbitro o all'Arbitro;
  5. giudica i soggetti tesserati o affiliati sulle infrazioni tecnico-disciplinari commesse in occasione o nel corso della gara;
  6. trasmette gli atti al Procuratore Federale per l'eventuale inizio dell'azione disciplinare, qualora nei fatti ravvisi infrazioni di carattere esclusivamente disciplinare, ovvero si tratti di infrazioni disciplinari commesse da dirigenti nazionali, regionali e provinciali della FIN o giudici di gara.

Per il quadriennio 2020/2024, il Giudice Regionale del Comitato Provinciale di Trento è l’avv. Sara Bertoldi.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,063 sec.